Evangelizzazione e Presenza nel mondo

/Evangelizzazione e Presenza nel mondo
Evangelizzazione e Presenza nel mondo2019-02-22T11:22:04+01:00

La Chiesa, riaprendosi al mondo in forme nuove dopo il Concilio Vaticano II°, ha sollecitato in particolare i laici ad un impegno concreto nel sociale, nel politico e in tutte quelle sedi dove si opera per il bene comune. Tra i vari ambiti quello specifico della Evangelizzazione e Presenza nel Mondo (EPM) riveste per noi Francescani Secolari un momento di particolare importanza.

Don Tonino Bello nel 1985 sollecitava i Cristiani a “scendere sul terreno della concretezza riconciliandosi con la quotidianità, compiendo scelte precise, prendendo orientamenti credibili”.

In comunione con l’Ofs nazionale che riesce ad operare anche “ad gentes”, quindi con un respiro più vasto, anche noi Terziari Francescani dell’Umbria dobbiamo fare la nostra parte. Per questo il Consiglio Regionale promuove iniziative che possiamo definire “ad intra”, cioè nella nostra Regione, al fine di dar modo a tutte le Fraternità di impegnarsi in maniera più efficace ed organica.

Operare per l’Evangelizzazione e la Promozione nel Mondo è condivisione per la crescita e il bene dei singoli, delle Fraternità e dell’Ordine nella sua interezza.

Progetti EPM

Il Progetto “BRACCIA TESE” consiste nella possibilità di venire incontro alle richieste, seppur di modesta entità, di un aiuto immediato in denaro da parte del Consiglio Regionale in particolari situazioni di difficoltà in cui versano provvisoriamente sia i fratelli e le sorelle dell’Ofs, sia persone vicine all’Ordine.

Le peculiarità consistono nella rapidità dell’intervento e nella attribuzione al Ministro della Fraternità Locale interessata della regia dell’intervento stesso.

Per i dettagli si acceda al relativo REGOLAMENTO INTERNO.

Il Progetto Lavoro intende venire in aiuto a quei fratelli e sorelle dell’Ofs o a persone vicine all’Ordine che si trovano in affanno per la diminuzione del lavoro, in particolare gli artigiani, di cui le Fraternità Locali sono a conoscenza, ma che non riescono a risolvere nel loro ambito.

È evidente che aumentando l’orizzonte attraverso una rete solidale con la dimensione regionale, si possono ottenere migliori risultati.

Per l’operatività si acceda al relativo REGOLAMENTO.